Materiali / Pigmenti

Effetti luminosi nella stampa senza pigmenti di natura metallica

Il Luxe Pack di Monaco e il Natale 2017 sono state per Merck le occasioni perfette per sperimentare le straordinarie potenzialità nell’ambito delle applicazioni grafiche del Biflair, un pigmento a base di ossicloruro di bismuto adatto a soddisfare le esigenze di chi vuole ottenere delicati e luminosi effetti metallici senza utilizzare pigmenti di natura metallica.

Il Bflair è un prodotto presente sul mercato da qualche anno, le cui potenzialità però sono state finora poco sfruttate nelle applicazioni grafiche. Per questo Merck ne ha riconsiderato le caratteristiche e ha intrapreso un percorso di test per stampare con sistema offset il pigmento Biflair 66 e dimostrarne le versatilità. Partner di questa sperimentazione è la ditta EDP di S. Angelo Lodigiano, specializzata nelle elaborazioni di prestampa e in particolare nella realizzazione di mockup per il packaging, in grado di stampare le retinature offset reali su qualunque materiale, di realizzare tutti gli shape (termoformati, doypack, finestrati, sleever etc.) e con qualsiasi nobilitazione (embossing, lamina a caldo, colori speciali Merck, vernice spessorata etc.).

Il prodotto è stato stampato tal quale e in miscela con altri tonalizzanti per vederne le espressioni di interferenza e di riflesso luce. Durante il Luxe Pack sono state presentate quattro diverse stampe realizzate su cartoncino nero con combinazioni grafiche diverse, e il risultato ha ottenuto un tale successo che Merck ha pensato di riproporre lo stesso effetto in occasione del biglietto di auguri natalizi. Il pigmento è stato utilizzato per stampare l’immagine del Duomo di Milano e della Galleria Vittorio Emanuele, e anche in questo caso la sapiente combinazione di miscele tra il Biflair 66a e altre materie prime ha generato un prodotto veramente accattivante ed innovativo, la delicatezza dell’immagine e il riflesso di luce sono sicuramente prerogativa importante per i brand, i designer e gli stampatori che vogliono realizzare qualcosa di nuovo.

Il Biflair è proposto in diverse versioni a seconda della tipologia di applicazione richiesta. Esiste in versione polverosa e in pasta concentrata, questo per evitare lo sporcamento dovuto all’aggiunta del pigmento nella fase veicolante. La pasta concentrata esiste per sistemi a solvente, per sistemi all’acqua e in una versione dedicata all’inchiostro offset tradizionale.

 

Produttore

Designer


Contatti

  • Commerciale
    Renato Walter Pignarca

    +39 347 516666
    renato.pignarca[chiocciola]merckgroup.com
  • Amministrazione
    Claudio Ravesi

    +39 06 70384744
    claudio.ravesi[chiocciola]merckgroup.com